Calibrare la scheda audio

Da REW Wiki.

Impostazioni per la misura

Quando si utilizza REW per eseguire delle misure, è preferibile chiudere tutte le applicazioni in esecuzione, disabilitare la connessione internet e tutte le connessioni di rete wireless. Queste infatti, oltre ad una forte richiesta di CPU da parte di altre applicazioni o all’esecuzione degli aggiornamenti del programma anti-virus, possono provocare interferenze sugli ingressi audio, causando errori nel segnale generato o catturato, che porterebbero a risultati di misurazione non corretti.

I passi iniziali richiesti per effettuare le misure di una stanza, sono:

  1. Scelta degli ingressi e delle uscite audio
  2. Calibrazione della scheda audio (non richiesta per l’uso con un microfono USB)
  3. Verifica dei livelli
  4. Calibrazione della lettura della SPL (non richiesta per l’uso con un microfono USB che possiede dati di calibrazione compatibili con REW)
Le varie calibrazioni, sono in genere necessarie una sola volta. Se utilizzate REW per la prima volta, è bene leggere questi capitoli iniziali di aiuto in sequenza, evitando di saltare direttamente alle impostazioni. Tuttavia, se il computer è già stato impostato per eseguire altro software per misure acustiche, è possibile passare direttamente all’esecuzione delle misure.


Scelta dell’Ingresso e dell’Uscita audio

Sulle piattaforme Windows, REW può utilizzare sia i driver Java della scheda audio, sia i driver ASIO. Su altre piattaforme invece, sono supportati solamente i driver Java. Nel caso di utilizzo dei driver Java, REW utilizzerà per impostazione predefinita, gli ingressi e le uscite impostati come predefiniti nel Sistema Operativo. Se desiderate utilizzare altri ingressi o altre uscite audio, potete utilizzare in alternativa, o i driver ASIO, o scegliere uno specifico dispositivo. Gli ingressi e le uscite da utilizzare (raccomandato), possono essere selezionati nel pannello delle Preferenze della scheda audio, cliccando sul pulsante Preferences nella barra degli strumenti. La lista dei dispositivi mostrerà tutte le schede audio che REW ha rilevato. Quando una di queste viene selezionata, le liste degli ingressi e delle uscite mostreranno gli ingressi e le uscite disponibili per quella scheda audio. I dispositivi ASIO, appariranno nella lista, se i relativi driver saranno stati installati. Anche se la scheda audio risulta non connessa, collegatela per visualizzare la lista delle frequenze di campionamento supportate. Da notare che se si collega una scheda audio USB, dopo che REW è stato avviato, potrebbe essere necessario fino a 1 minuto prima che questa appaia nella lista dei dispositivi. Questa è una caratteristica di Java Runtime Environment.

Quando si utilizzano i driver Java, le liste possono includere sia i dispositivi interni che quelli esterni, oltre ai driver predefiniti messi a disposizione dal Sistema Operativo.


Scelta soundcard.png


Dove possibile, selezionate direttamente la scheda audio anziché i driver del Sistema Operativo, denominati "Primary Sound Capture Driver", "Primary Sound Driver", "Java Sound Audio Engine" o simili. Nel caso di regolazione dei livelli, REW necessita di un accesso diretto ai controlli della scheda audio. Cosa non possible, nel caso di utilizzo dei driver forniti dal Sistema Operativo. Inoltre i driver Java Sound Audio Engine, sono soggetti a pop e a click durante la riproduzione e questo può degradare le misure effettuate.


Una volta scelti i dispositivi, è possibile selezionarne gli ingressi e le uscite. Con i driver Java, gli ingressi saranno tipicamente identificati come "LINE_IN" o "MICROPHONE" e le uscite come SPEAKER" o "LINE_OUT". Tuttavia, utilizzando le schede audio USB, tali nomi potrebbero differire e potrebbero essere identificati come "Digital Audio Interface". I driver ASIO invece, hanno nomi più specifici per gli ingressi e per le uscite disponibili e ogni canale monofonico sarà elencato separatamente.


Suggerimento per la risoluzione dei problemi: Per evitare che REW acceda ai controlli della scheda audio, lasciate gli ingressi e le uscite impostati come “Dispositivo Predefinito”. Le impostazioni dei livelli di ingresso e di uscita, dovranno quindi essere effettuate servendosi dei comandi previsti dal Sistema Operativo e/o dai controlli del mixer della scheda audio.


Selezione della frequenza di campionamento

Quando utilizziamo i driver ASIO, la frequenza di campionamento, se supportata dalla scheda audio, può raggiungere i 192 kHz. Per misure acustiche, è meglio utilizzare la frequenza di 44.1kHz or 48kHz a meno che il test richieda specificamente misure superiori ai 20 kHz (per esempio nello studio delle risonanze dei tweeter). Un aumento della frequenza di campionamento, aumenta l’utilizzo della memoria, rallenta la velocità e non migliora la precisione.


Calibrare la Scheda Audio

Questo passaggio non è necessario, nel caso si utilizzi un microfono USB. In questo caso, passate direttamente alla Verifica dei livelli. Una volta che gli ingressi e le uscite sono stati selezionati (o lasciati impostati come predefiniti, quelli del Sistema Operativo), REW è pronto per eseguire la calibrazione della risposta in frequenza della scheda audio. Tale calibrazione, sarà utilizzata per rimuovere dalle misure effettuate sulla stanza, la risposta in frequenza della scheda audio medesima, oltre a costituire un importante verifica che ci permette di stabilire se questa è stata correttamente configurata.


  1. Collegate l’uscita linea o l’uscita cuffia della scheda audio, direttamente al suo ingresso linea. Utilizzate il canale dedicato alle misure, che dovrebbe essere lo stesso che è stato selezionato con il comando Input Channel.
  2. Premete il pulsante Calibrate... sul pannello Soundcard Preferences e seguite le istruzioni che appariranno nel pannello di aiuto posto in basso.
  3. La misura risultante, dovrebbe essere abbastanza piatta (con una variazione minore di 1dB sulla maggior parte della gamma), ma con un roll-off alle frequenze più basse e a quelle più alte e spesso con alcune ondulazioni alle altissime frequenze. Se la variazione tra 20Hz e 20KHz dovesse risultare eccessiva, sarà visualizzato un messaggio di avvertimento e la misura dovrebbe essere ignorata.

  4. La figura che segue, mostra una misura valida effettuata con la scheda audio interna di un laptop che presenta un rapido decadimento della risposta sotto i 20Hz (la scala verticale del grafico è impostata a 1dB/divisione):

    Grafico risposta 1.png


    Questa è una misura effettuata con la scheda audio di un altro laptop e mostra una migliore risposta alle basse frequenze e una risposta arrotondata alle alte frequenze:

    Grafico risposta 2.png


  5. Alcuni risultati delle misure, sono mostrati nelle measurement notes:
  6. Measurement notes.png


  7. Se la misura assomiglia a questo,
  8. Loop in out.png


    probabilmente ci troviamo di fronte ad un loop tra l’ingresso e l’uscita. Questo può succedere se la scheda audio ha la possibilità di effettuare il monitoraggio della registrazione. Per esempio, sulla Soundblaster Live 24 - bit External, è presente la funzione "Monitor" per l’ingresso Line In, che, per ottenere risultati corretti, deve essere disattivato. Su alcune altre schede audio Creative (es. Audigy 2 ZS), è presente nelle “Impostazioni Avanzate di Controllo della Registrazione”, la funzione “Registrazione senza monitoraggio” che deve essere selezionata. Può anche succedere se l’”Ingresso Linea” non è stato messo in mute nel mxer di Playback della scheda audio.


  9. Una volta ottenuta la misura, è necessario salvarla come file di calibrazione. Premete il pulsante Make Cal... nelle Soundcard Preferences e scegliere un nome e una posizione per il file. Il file viene salvato e automaticamente ricaricato come file di calibrazione per essere utilizzato in tutte le succesive misure. Al successivo riavvio, il file sarà automaticamente caricato con un messaggio di conferma come questo:
  10. Sound cal loaded.png


  11. Il file di calibrazione, dopo il suo caricamento, sarà applicato a tutte le nuove misure eseguite. Per applicare o rimuovere i dati contenuti nel file di calibrazione per una misura esistente, utilizzate il pulsante Change Cal... nella parte del pannello di misura, indicata con Show More.
  12. Change cal.png


  13. Per verificare se la calibrazione ha avuto successo:
    • Lasciate inserita la connessione di loopback ingresso - uscita
    • Deselezionate l’impostazione C Weighted SPL Meter in Mic/Meter Preferences e premete il pulsante Clear Cal per cancellare qualsiasi file di calibrazione caricato. Questi passi sono richiesti poichè la connessione di loopback non ha una pesatura C per compensare la risposta del mic/fonometro.
    • Premere il pulsante Measure

    Misura.png

    Per aprire il pannello Measurement

    Measurement.png


    • Cliccate se necessario, sul pulsante espandi Espandi.png per visualizzare le impostazioni di misura ed impostare la frequenza finale a 20,000Hz
    • Premete Start Measuring per effettuare la misura e verificarne il risultato. La risposta dovrebbe essere piatta entro 0,1dB, eccetto la zona sotto i 10Hz, dove potrebbe esserci ancora un leggero fenomeno di roll-off, dovuto a una scarsa risposta alle basse frequenze della scheda audio. Il grafico in basso, ha una scala verticale impostata a 0.1dB/divisione. La linea verde rappresenta la misura e quella grigia tratteggiata, rappresenta la curva di calibrazione della scheda audio:
  14. Calibrazione scheda.png


    • Se non è stato tolto il segno di spunta dalla casella C Weighted SPL Meter, o non sono stati cancellati i dati di calibrazione del mic/fonometro, la misura mostrerà una curva a U dell’inverso della curva C di pesatura o l’inverso dei dati di calibrazione del mic/fonometro:

    Curva u.png


    • Ri-selezionate la curva di pesatura C (Weighted SPL Meter) se utilizzata, e caricate i dati di calibrazione del mic/fonometro che sono stati cancellati per la verifica.


  15. Rimuovete la connessione di loopback e collegate la scheda audio ad un fonometro e a un processore/eq AV.
    1. Notare che le misure della scheda audio, eseguite dal pannello Soundcard Preferences, usano un segnale sweep a gamma intera a metà della frequenza di campionamento della scheda audio, indipendentemente dall’impostazione della frequenza finale di sweep e che il file di calibrazione della scheda audio NON è applicato a tali misure.

      Notare anche che il file di calibrazione della scheda audio è valido solo alla frequenza di campionamento alla quale è stata eseguita la misura. Se tale frequenza è stata cambiata, è necessario ripetere la misura.

      Informazioni sulle impostazioni ed esempi di misure eseguite con una scheda audio Creative Soundblaster Live! 24-bit USB External, sono disponibili qui.

      Il prossimo passo consiste nella Verifica dei livelli



      Indice dei contenuti - Torna su